Newsletter Roberta Mori – 30 giugno 2014 – La parità è legge della Regione

Pubblicato da: robertamori - lug• 01•14

 

newsletterrobertamori

 

wecandoit Bologna, 25 giugno 2014. Ce l’abbiamo fatta. Le donne dell’Emilia-Romagna ce l’hanno fatta. Questo è solo l’inizio, ho detto in Aula, ed è vero. Lasciatemi però dire che è un inizio fondamentale, per niente scontato e su cui pochi avrebbero scommesso quando abbiamo iniziato questa avventura insediando la Commissione per la Parità regionale. L’intenso percorso di partecipazione e studio che ha portato a questa normativa quadro, inedita nel panorama delle Regioni italiane, proseguirà nelle prossime settimane e mesi sia in Regione che sul territorio, dove la legge “vivrà” compiutamente. LEGGI L’ARTICOLO E SCARICA IL TESTO della Legge quadro per la parità e contro le discriminazioni di genere (continua…)

Galà e riflessioni per una festa delle donne!

Pubblicato da: robertamori - giu• 30•14

Scandianook_29giu14(Scandiano, 29 giugno 2014) E’ giunto alla seconda edizione il “Gran galà delle donne”, manifestazione multiforme e di grande impatto promossa per sensibilizzare contro la violenza e raccogliere fondi a beneficio dell’Associazione Nondasola. Dedicata in particolare quest’anno al rapporto tra madre e figlia, ha coniugato riflessioni importanti, testimonianze toccanti e protagonismo femminile nella moda, nella danza, nell’impegno per la prevenzione ed il contrasto alle discriminazioni di genere. Hanno partecipato e aperto la serata l’Assessora comunale alle pari opportunità Giulia Iotti, la vice presidente dell’Associazione Silvia Iotti e il Sindaco di Scandiano Alessio Mammi, cui ho consegnato ufficialmente una copia della legge quadro regionale per la parità appena approvata… poiché le Comunità locali sono gli avamposti di prossimità per il radicamento e l’attuazione della nostra normativa!

Scandiano_mamma_29giu14Tra i momenti più spettacolari la sfilata di moda e il ballo di gala delle reginette, con tante ragazze che da tempo si sono esercitate per l’occasione, vestite da sposa e accompagnate da cavalieri in livrea. La serata è stata condotta da Giulia Gualtieri di Telereggio. Le testimonianze di mamme come Giuliana Reggio, che nel 1996 ha perso la figlia Jessica Filianti – uccisa a coltellate a soli 17 anni dal fidanzato “geloso” – hanno riempito piazza Libertà di commozione e consapevolezza.

 

I costi dell’illegalità e delle discriminazioni di genere

Pubblicato da: robertamori - giu• 30•14

InfiltrazioniLegali_27giu14(Bologna, 27 giugno 2014) “Infiltrazioni legali, il mercato del lavoro femminile e la crisi economica” è il titolo dell’iniziativa, promossa da Filt-CGIL regionale in collaborazione con l’associazione Libera contro le mafie, che si è svolta nella sede del Quartiere Porto, con la partecipazione anche della sua presidente Elena Leti, della Consigliera di Parità regionale Rosa Amorevole, dell’antropologa Stefania Spada. Molti gli aspetti affrontati, dagli stereotipi di cui sono vittime le lavoratrici migranti alle varie forme di illegalità e discriminazione che colpiscono soprattutto le donne nel mercato del lavoro, alle opportunità offerte dalla crisi economica a patto di non recedere sul piano dei diritti. Al proposito, ho sottolineato come la nuova legge quadro per la parità esprima obiettivi di sistema che imprimono un’accelerazione alla cultura della diversità di genere intesa come valore. I diritti sono fattore di sviluppo e prendere sul serio la democrazia paritaria anche nelle dinamiche occupazionali femminili, significa investire sullo sviluppo economico e sul benessere dell’intera comunità.

La presidente del Centro studi Progetto Donna e Diversity MGMT, Roberta Bortolucci, ha riportato recenti e numerosi studi condotti a livello internazionale che dimostrano come le aziende nei cui C.d.A. sono presenti donne con poteri decisionali e organizzativi abbiano risultati economici e produttivi di gran lunga migliori: il format aziendale che va incoraggiato è quello in cui uomini e donne lavorano insieme, anche a livello apicale. Lo ha confermato l’imprenditrice di Unindustria Bologna Maria Sole Campanini, che ha messo sullo stesso piano di costo insostenibile la discriminazione di genere e la concorrenza sleale. Infine, la FILT CGIL, rappresentata da Tatiana Fazi e dal Segretario Generale Alberto Ballotti, si assume appieno la responsabilità della parità di genere nei tavoli di contrattazione, così come nella sistematica “infiltrazione” della legalità e dei pari diritti nel mondo del lavoro: questo è il senso del progetto INFILTRAZIONI LEGALI, sensibilizzazione mirata dei lavoratori e delle giovani generazioni.

LA PARITA’ E’ LEGGE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Pubblicato da: robertamori - giu• 25•14

GiornoLegge_tabellone(Bologna, 25 giugno 2014) Ce l’abbiamo fatta. Le donne dell’Emilia-Romagna ce l’hanno fatta. Questo è solo l’inizio, ho detto in Aula, ed è vero. Lasciatemi però dire che è un inizio fondamentale, per niente scontato e su cui pochi avrebbero scommesso quando abbiamo iniziato questa avventura insediando la Commissione per la Parità regionale. Seguiteci nelle prossime settimane anche sul portale www.assemblea.emr.it, perché l’intenso percorso di partecipazione e studio che ha portato a questa normativa quadro, inedita nel panorama delle Regioni italiane, proseguirà nelle prossime settimane e mesi sia in Regione che sul territorio, dove la legge “vivrà” compiutamente.

wecandoitPer uscire dalla nicchia o dalla carta, in cui i principi costituzionali paritari e i diritti delle donne sono ancora troppo spesso relegati, abbiamo ora una legge “quadro” trasversale ai settori. Ora le politiche di genere sono strutturali, incardinate in un’azione regionale orientata allo sviluppo. Il ruolo sociale, politico e culturale della donna è una leva di crescita irrinunciabile e lo dimostreremo anche dando attuazione ed esito trasparente a questa normativa. Oltre che di una straordinaria partecipazione femminile diffusa, essa è – e sarà – il frutto dell’alleanza tra donne e uomini per un protagonismo sociale condiviso che porti ad una vera democrazia paritaria, ad un miglioramento complessivo ed equo della nostra società. GRAZIE.

Qui trovi il la sintesi e il TESTO della nuova ”Legge regionale quadro per la parità e contro le discriminazioni di genere”. (continua…)