W la Liberazione e il coraggio di scegliere!

Pubblicato da: robertamori - Apr• 26•17

QuattroCastella_LidiaValeriani_2017(Quattro Castella, 25 aprile) “Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario” diceva Primo Levi. Non vi è nulla di retorico nel commemorare i nostri caduti e celebrare la Liberazione dal nazifascismo. Nei confronti della Memoria abbiamo una grande responsabilità… quella di trasmetterla con verità, di tramandarla alle nuove generazioni, di nutrirla con speranza e futuro. La Resistenza offre ai ragazzi e alle ragazze una grande lezione di vita: lottare per i propri ideali e scegliere da che parte stare, e non perché è conveniente, non perché è comodo, non perché è meglio… ma semplicemente perché è giusto. Riporto di seguito il mio intervento ringraziando l’ANPI dell’incessante impegno e il Sindaco Andrea Tagliavini per aver dedicato questa giornata alle donne Resistenti e a tutte le donne che lottano ogni giorno! Con un pensiero a Lidia Valeriani partigiana Aurora, medaglia d’argento al valor militare, di cui abbiamo onorato l’esempio con l’intitolazione di una via pubblica a Roncolo.

QuattroCastella_25aprile2017Un saluto riconoscente alle Autorità presenti, al Sindaco Tagliavini e ai rappresentanti del Comune di Quattro Castella, alle Associazioni Partigiane, degli ex combattenti e antifasciste. Un saluto riconoscente a tutte e tutti voi intervenuti in questa Giornata di festa della Libertà e della Democrazia, nella quale le emozioni dei ricordi e delle speranze si intrecciano come in nessun’altra occasione. Grazie perché la vostra presenza è già una testimonianza di partecipazione democratica. La Memoria tiene unite le comunità, mantiene viva la coscienza civile e sociale dei popoli, illumina la nostra visione di futuro. Non vi è nulla di retorico nel commemorare i nostri caduti ed al contempo celebrare la conquistata libertà. Perché la Memoria è identità e assieme progetto, perché solo sapendo chi siamo stati possiamo trovare la direzione e proseguire il cammino sulla strada della democrazia e della pace. Ognuno e insieme.

(altro…)

Comunità locali a sostegno di Andrea Orlando

Pubblicato da: robertamori - Apr• 24•17

Giornate di incontri pubblici a Correggio, Novellara, Guastalla per aggiornare il nostro senso di marcia, riempiendo di contenuti e prospettive l’impegno politico in vista delle primarie del Partito Democratico del 30 aprile. Con me validi amministratori locali come, fra gli altri, il Sindaco di Bologna Virginio Merola, la Sindaca di Correggio Ilenia Malavasi, il vice sindaco di Novellara Alessandro Baracchi, il capogruppo guastallese in consiglio comunale Paolo Dallasta, tutti mobilitati per promuovere una partecipazione convinta e consapevole a sostegno di Andrea Orlando, della visione egualitaria di società e di partito di cui si è fatto portatore candidandosi con coraggio alla Segreteria nazionale. Al centro delle domande e degli interventi, il sistema di welfare e i servizi alla persona.

Bologna_entilocali_22aprileIl 22 aprile a Bologna Andrea Orlando ha partecipato ad un confronto proprio con amministratori e amministratrici locali per fare il punto sulle difficoltà del buon governo nei territori, presente anche il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. Perché di fatto il riconoscimento del ruolo degli Enti Locali nella dimensione nazionale è rimasto incompiuto. Dopo l’esito referendario del 4 dicembre, che ha sancito l’interruzione di un processo di ridisegno dei livelli istituzionali, è urgente recuperare un concetto di sviluppo integrato che contempli il protagonismo dei Comuni che sono i terminali più esposti alla pressione dei bisogni dei cittadini. Politica capillare, presidi diffusi di Comunità nel segno dell’ascolto autentico, del pensiero profondo e dell’azione efficace. Tutto questo insieme, in squadra, perché nessuno può bastare a se stesso.

Alle primarie PD per ripartire.. dalla realtà!

Pubblicato da: robertamori - Apr• 24•17

Orlando-lavoro(Reggio Emilia, 22 aprile) Crediamo in Andrea Orlando in quanto crediamo alla buona politica, quella concreta che alza lo sguardo e la voce e si pone al servizio delle comunità. All’indomani del referendum costituzionale Orlando non ha nascosto anzi, ha detto in modo molto chiaro che questo Paese è diviso così come lo è il partito. E una casa divisa non può reggerené alle difficoltà di ripresa economica, alla supremazia dei mercati, alle minacce della nostra sicurezza, né agli urti delle forze populiste e demagogiche che ci vorrebbero fuori dall’Europa. Interrompendo la narrazione del “va tutto bene”, siamo con lui per lavorare guardando in faccia i problemi, per tornare a essere il punto di riferimento della sinistra e di un centrosinistra di cui la società italiana ha bisogno per non perdere coesione e diritti, primo fra tutti il diritto al lavoro. E per mettere al centro la riduzione delle insopportabili disuguaglianze che frenano la crescita.

ReggioperOrlando_22apr17In tutti i territori sono state presentate le liste di candidati e candidate all’assemblea nazionale che uscirà dalle elezioni Primarie del Partito Democratico del 30 aprile. Siamo con Andrea Orlando per il collegio Reggio Nord Roberta Mori, Emanuele Cavallaro, Ilenia Malavasi e Alessandro Baracchi; per Reggio Sud Antonella Incerti, Matteo Nasciuti, Valeria Montanari, Ugo Ferrari, Eletta Bertani, Dario Bottazzi e Martina Sforacchi. Rappresentiamo molti altri iscritti ed elettori del PD che vogliono cambiare rotta, puntando alla tutela di quella parte maggioritaria della società che ha sofferto la crisi economica e soffre le incertezze attuali. Orlando vuole che la realtà irrompa nel congresso democratico affinché il partito faccia bene il suo mestiere, a partire da oggi. Ed è proprio l’incontro con le persone, il confronto con le realtà più scomode alla ricerca di risposte politiche condivise, il denominatore comune delle tante nostre iniziative di questi giorni sul territorio reggiano e regionale.

Emancipazione femminile tra storia, mito e attualità

Pubblicato da: robertamori - Apr• 24•17

Reggio_Rotary_aprile2017(COMUNICATO 22 aprile) Tre punti di vista a confronto nell’iniziativa organizzata dal Rotary Club Reggio Emilia, sui temi della parità e del protagonismo femminile: l’ex direttore artistico dei Teatri di Reggio Gabriele Vacis, l’assessore alla Cultura del Comune di Quattro Castella Danilo Morini e la consigliera Roberta Mori, in qualità di presidente della Commissione Parità e promotrice della Legge quadro regionale per la parità e contro le discriminazioni di genere 6/2014. La conversazione ha esplorato i temi del lavoro, della salute e delle posizioni cosiddette “di potere”, partendo dall’attualità delle statistiche che delineano un quadro di forte divario tra donne e uomini in Italia. Basti citare l’occupazione femminile ferma al 47% quando in Europa supera il 60%, la disparità salariale e di reddito, che va dal 20% di media nel lavoro dipendente sino al 50% in meno per le donne libere professioniste, una rappresentanza politica ed elettiva ancora lontana dalla democrazia paritaria se si pensa che i sindaci donna in Italia sono il 14,1%.

LEmilia-RomagnaèDonnaE’ stato affrontato quindi il drammatico tema della violenza, con 1.740 donne vittime di femminicidio in Italia dal 2006 al 2016, di cui 1.251 (il 71,9%) uccise in famiglia. Una violenza che si configura quale elemento persistente di una sopraffazione maschile storica, veicolata ancora oggi da potenti, diffusi, radicati stereotipi culturali. L’evocazione della figura di Matilde di Canossa ha invece evidenziato un profilo esemplare di “donna di potere”, che ha segnato positivamente la storia e il territorio reggiano con una matrice originale, ancora in parte da scoprire. Così la lettura di un passo della Fenicie di Euripide ha messo in rilievo la figura di Giocasta che, nella dimensione dialettica della tragedia e nella mediazione che tenta tra i figli in guerra tra loro, esprime un ruolo forte con concetti contemporanei. Il filo conduttore è uno solo: l’emancipazione della società si realizza attraverso l’emancipazione femminile. (altro…)