In squadra… le donne crescono!

Pubblicato da: robertamori - mag• 15•15

Rubiera_EWMD_14mag15(Rubiera, 14 maggio 2015) Sempre attiva l’associazione EWMD (European Women’s Management Development International Network) di Reggio Emilia, che promuove iniziative di formazione e approfondimento rivolgendosi in particolare a imprenditrici, libere professioniste, consulenti, accomunate dal desiderio di incrementare nelle aziende e nella società le risorse femminili e sostenere tutte le donne che vogliono crescere. Dopo avermi segnalato per il premio nazionale “Donne che ce l’hanno fatta” lo scorso marzo, la presidente Nadia Caraffi, la vicepresidente Paola Ligabue e le altre amiche di EWMD mi hanno invitato ad un incontro, molto partecipato, di presentazione della legge quadro regionale per la parità.

Numerose misure della legge, infatti, intercettano in modo concreto le finalità dell’associazione, dall’equa rappresentanza nei luoghi di decisione al sostegno al lavoro femminile, dalla condivisione del lavoro di cura fino ad un progetto specifico comeRagazze Digitali”, che promuove l’alta formazione nel campo dell’informatica, in collaborazione con l’Università di Modena e Reggio. Un bel lavoro di squadra da sviluppare e su cui puntare, quello tra donne nella società e nelle istituzioni, perché darà i suoi frutti in termini di maggiori opportunità, responsabilità e prospettive di benessere.

Consulta. Prima condivisione con i corregionali all’estero

Pubblicato da: robertamori - mag• 14•15

image_large(COMUNICATO Bologna, 14 maggio 2015) Riunione interlocutoria, oggi, indetta dalla presidente della Consulta regionale degli emiliano-romagnoli nel mondoSilvia Bartolini, sul progetto di legge di modifica della Consulta, in videoconferenza con i componenti del comitato esecutivo da Parigi, Sidney e Mar del Plata (Argentina). Invitati la relatrice del progetto di legge Roberta Mori (Pd), che ne è anche prima firmataria, e i presidenti della commissione Politiche per la salute e politiche sociali, Paolo Zoffoli (Pd) e della commissione Bilancio e affari istituzionali, Massimiliano Pompignoli (Lega nord), che è relatore di minoranza del testo.

simboloAl centro dell’incontro una prima valutazione dei contenuti del provvedimento, che dovrebbe approdare in Aula nella seduta del 26 maggio, dopo un percorso a tappe ravvicinate: il prossimo appuntamento, infatti, sarà lunedì 18 maggio, quando il testo e eventuali proposte di modifica saranno esaminati in una seduta congiunta delle commissioni Sanità e Bilancio. Mori, illustrando le novità più rilevanti del progetto di legge, ha parlato del suo obiettivo principale, quello di un “rafforzamento della Consulta” e di un suo “maggiore protagonismo” da ottenere attraverso l’“incardinamento dell’organismo nell’ambito dell’Assemblea legislativa” intenzionata ad assumersi, nei confronti “dei corregionali emiliano-romagnoli all’estero”, un “impegno forte e la piena responsabilità”, anche attraverso l’elezione nel proprio ambito del presidente e dei due vicepresidenti. La relatrice di maggioranza ha anche ricordato “l’attività internazionale di grande rilevanza” svolta dalla Consulta in questi anni, che “non è stata sufficientemente valorizzata”. (altro…)

La mia Newsletter Maggio 2015 (parte I)

Pubblicato da: robertamori - mag• 14•15

prova-testata-sito-Robby.jpgEcco la mia Newsletter di metà mese, dedicata a lavoro, bilancio e politica internazionale. Contiene le principali novità dalla Regione e dalla Commissione Parità e diritti, più una selezione delle iniziative sul territorio a cui ho partecipato. Grazie come sempre dell’attenzione!

LEGGI

Donne del Mediterraneo protagoniste di una nuova politica

Pubblicato da: robertamori - mag• 08•15

Valencia_ok_8mag15(Valencia, 8 maggio 2015) Sono onorata e davvero felice di aver portato l’esperienza emiliano-romagnola in materia di politiche di parità nel cuore della conferenza internazionale “Il ruolo delle donne nella nuova stagione del Mediterraneo”, in corso da ieri a Valencia, in Spagna. L’Assemblea legislativa mi ha delegata in qualità di presidente della commissione Parità e diritti a rappresentare l’istituzione regionale in un consesso importante per lo sviluppo di una strategia inclusiva – dunque più efficace – volta alla collaborazione e alla pace tra paesi. 13 gli Stati delle due sponde rappresentati dalle numerose relatrici e relatori che sono intervenuti su temi economici, sociali e sanitari di grande rilevanza per l’equilibrio politico del Mediterraneo nei prossimi decenni.

Valencia_intervento3Ha suscitato l’interesse del pubblico e della Fondazione Terzo Pilastro, che ha meritoriamente organizzato la conferenza, l’approccio sistematico della legge per la parità e contro le discriminazioni di genere dell’Emilia-Romagna, che ho illustrato nel mio intervento. Un approccio considerato vincente, perché promuove la parità in tutti gli ambiti della società attraverso una forte alleanza tra uomini e donne, perché l’emancipazione femminile emancipa i popoli e promuove la pace. Il convegno ha fornito tutti gli elementi per riflettere sul ruolo della donna nel Nordafrica, dove sono in atto tumultuosi e drammatici cambiamenti, così come sulla sponda europea pure toccata da una forte crisi. Il messaggio che esce è che dobbiamo ripartire dalle donne per il riscatto del Mediterraneo. Le speranze delle primavere arabe si sono spesso tramutate in disillusione ove le richieste di democrazia hanno finito per scontrarsi con nuovi autoritarismi e derive estremiste, ma non dobbiamo cedere a una cinica rassegnazione, come invece spesso ho percepito. Le donne egiziane, turche, tunisine, marocchine ci dicono che non hanno intenzione di accettare passivamente questo stato di cose e stanno continuando a combattere contro le diseguaglianze. Insieme agli uomini vogliono giocare la loro parte per affermare i diritti di tutti. Ed è nostro dovere essere al loro fianco. (www.conferenciamujeresymediterraneo.es)