Roberta Mori

Meno barriere architettoniche in regione

Written By: robertamori - Ott• 05•18

(4 ottobre) Le persone con disabilità e gli anziani con difficoltà motorie, che rappresentano un quarto della popolazione, hanno bisogno di aiuti concreti a partire dai luoghi di residenza. Anche supplendo alla mancanza di fondi statali, la nostra Regione si è impegnata negli anni ad abbattere le barriere architettoniche nelle abitazioni private e, da quest’anno, negli alloggi popolari, con un investimento totale di 11 milioni messi a bando. Dall’installazione di ascensori a lavori interni come l’allargamento di porte e corridoi, fino alla rimozione di gradini e altre barriere, parliamo di interventi in alloggi di edilizia residenziale pubblica, realizzati in tutta la regione per dare risposta alle domande di autonomia. Con l’aggiornamento della graduatoria approvato in questi giorni la Regione ne ha dunque finanziati 628: 115 riguardano l’installazione di ascensori o montascale, 513 i lavori all’interno degli appartamenti, compresa la sostituzione di apparecchi sanitari o la migliore funzionalità dei bagni.

In Emilia-Romagna gli edifici popolari hanno un’età media di 45 anni e per questo non sempre sono adatti alle esigenze di anziani e persone disabili o difficoltà motorie, per le quali la mancanza appunto di ascensori e montascale, o la presenza di pavimenti sconnessi, servizi igienici angusti, spazi troppo stretti per consentire il passaggio di una carrozzina, possono trasformarsi in ostacoli insormontabili. Con la riapertura del bando sono stati ammessi al finanziamento i seguenti lavori sui territori: a Bologna 186 interventi per 2,4 milioni di euro; a Forlì-Cesena 83 (576.242 euro); a Reggio Emilia 64 interventi (551.162 euro); a Parma 49 (809.827 euro); a Ravenna 40 per 606.071 euro; a Modena 35 interventi (796.806 euro); a Ferrara 35 interventi (874.827 euro); a Piacenza 8 (413.616 euro) e a Rimini 10 interventi per 269.473 euro.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.