Roberta Mori

Incidente del 6 agosto. Un GRAZIE di Comunità

Written By: robertamori - Set• 05•18

(Bologna, 4 settembre) A poco meno di un mese dall’impressionante incidente sulla A14 all’altezza di Borgo Panigale, dove il tamponamento fra un’autocisterna piena di Gpl e un Tir ha provocato una serie di devastanti esplosioni, il crollo parziale del ponte autostradale sopra la via Emilia, due morti e 145 feriti, la Regione e le autorità bolognesi hanno voluto ringraziare tutti i soccorritori per il coraggio, il sacrificio personale ed un lavoro esemplare di squadra che ha evitato un bilancio molto più pesante. Rappresentanti di Vigili del fuoco, operatori e operatrici del 118, Carabinieri, Polizia stradale e Municipale, Questura, Protezione civile e VolontariGuardia di Finanza e Arpae hanno ricevuto un meritato encomio a nome di tutta la Comunità emiliano-romagnola, per come si sono mossi tempestivamente, presi cura dei feriti e prodigati nel far rientrare in sicurezza nelle loro case le persone evacuate e nel tutelare imprese e negozi. Ecco il video della Cerimonia svolta in Sala Fanti dell’Assemblea regionale.

Sempre avanti sulla Vie en Rose

Written By: robertamori - Set• 05•18

(3 settembre) “La Vie en rose” è una specificità di Bagnolo in Piano, che parla il linguaggio del talento, della solidarietà e della consapevolezza. Partecipata e apprezzata, la manifestazione è fortemente voluta dall’Amministrazione comunale ed organizzata in collaborazione con CNA Impresa Donna, per riconoscere il valore sociale dell’imprenditoria femminile e premiare donne che si sono distinte nel lavoro e nel volontariato di qualità. Questa undicesima edizione ha coronato il secondo e ultimo mandato della Sindaca Paola Casali, supportata dalla giornalista Katia Pizzetti nella consueta riflessione tenutasi nella sala del Consiglio comunale. Insieme alla presidente di CNA Impresa Donna Paola Ligabue e alla Consigliera provinciale di Parità supplente Francesca Bonomo, abbiamo fatto il punto sui traguardi raggiunti e sui tanti ancora da raggiungere, per poi concludere la serata con moda, creatività e danza.

In particolare nella provincia reggiana, per il terzo anno consecutivo, le imprese gestite da donne hanno registrato una crescita che le ha portate, quest’anno, a quasi 10.000 unità, con un tasso di sviluppo dell’1,2%. Un andamento in lieve controtendenza rispetto alla struttura imprenditoriale non femminile, calata dello 0,5%. Però la forza, il talento e il coraggio di numerose imprenditrici che riescono a conciliare attività professionale e cura familiare non nascondono, anzi evidenziano le fatiche e le disuguaglianze di genere ben presenti nel mondo del lavoro e nella società, ove le opportunità anche formative e i servizi di sostegno sono carenti, le discriminazioni dietro l’angolo per chi non ha le “spalle coperte”. Donne diverse per percorso ed esperienza si riconoscono nella Vie en Rose con un obiettivo: valorizzare le competenze femminili, andare avanti sempre e comunque, per arrivare ad una vera e piena parità.

Festareggio: un servizio che fa sentire a casa

Written By: robertamori - Set• 03•18

(21 agosto-10 settembre) Nella nuova edizione di Festareggio alle Fiere di Reggio Emilia, il Piadabar gestito dal PD di Castelnovo di Sotto ha iniziato e proseguito … con i botti. Mi riferisco ai fuochi d’artificio spettacolari che hanno aperto la Festa come ai tantissimi ospiti che ci hanno visitato con gusto per tutto il periodo. In versione cassiera ho cercato di stare al passo con entusiasmo, perché sentirsi al servizio è un modo di pensare e di essere in qualsiasi ruolo e circostanza ci si trovi. A Festareggio questo spirito regna ancora oggi sovrano e mi sono sentita a casa. Nella squadra castelnovese capitanata da Ethel Bassi è stato spesso al lavoro anche il giovane Sindaco Francesco Monica, eletto lo scorso giugno: nel complesso un gruppo solidale di volontari e volontarie che ritrova ogni sera le ragioni della propria militanza. In altre occasioni, quando non sono stata ingaggiata come cassiera del Piadabar, ho svolto il servizio di accoglienza alle porte di ingresso della Festa, che è un modo diretto di incontrare le persone e scambiare opinioni sul presente e sul futuro, del PD, della sinistra italiana ed europea, di un governo giallo-verde che sta riempendo con troppa e becera propaganda i vuoti della sua proposta.

Giustificati sono i timori, che ho spesso sentito, sugli effetti sociali di questa disumanità che si sta respirando. Al proposito, la presentazione una sera a Festareggio del libro “In viaggio” di Gianni Cuperlo ha rappresentato un momento ormai inusuale… un dialogo denso e profondo di cultura, politica e futuro tra l’autore e il prof. Alberto Melloni, moderato dal direttore di PandoraRivista di Teoria e Politica, Giacomo Bottos. L’aumento del PIL non significa automaticamente diminuzione delle disuguaglianze, è stato sottolineato. Di fronte alla più grave sconfitta della sinistra serve il coraggio di cambiare radicalmente non solo le ricette per il Paese, ma anche le categorie culturali. L’ansia di saper interpretare il mondo attuale, per trasformarlo in meglio, ci dovrà guidare in un percorso che è per molti versi inedito e reso ancora più difficile dalla crisi generalizzata del linguaggio e dalla sfiducia imperante nei partiti. Come ha ricordato Melloni, però, a forza di voler fare una democrazia senza partiti ci siamo trovati dei partiti senza democrazia. E’ il caso di cambiare strada.

Nuove risorse ai Nidi d’infanzia

Written By: robertamori - Ago• 30•18

(28 agosto) Nidi capaci di garantire il benessere, la sicurezza e un adeguato percorso di crescita pedagogica ai più piccoli, e al tempo stesso una formazione costante del personale che opera a stretto contatto con i bambini e le bambine. A questo obiettivo mira lo stanziamento di 7 milioni e 250mila euro approvato dalla Regione per finanziare, nel 2018, il sistema educativo nella fascia di età 0-3 anni. I contributi sono assegnati direttamente ai Comuni ed Unioni e ripartiti in base al numero degli iscritti ai servizi educativi. Larga parte è finalizzata alla gestione e al consolidamento dei servizi per la prima infanzia, con un incremento dedicato ai bambini iscritti nei Comuni montani e una quota assegnata per le disabilità. Così sono suddivise queste risorse sui territori: Bologna (2.054.757 euro); Modena (1.170.389,82); Reggio Emilia (1.016.297 euro); Parma (736.503 euro); Piacenza (289.901 euro); Ferrara (436.576 euro); Ravenna (642.217 euro); Forlì-Cesena (538.392 euro); Rimini (364.962 euro). Ricordo qui in cosa consiste il nuovo programma triennale del sistema socio-educativo 0-6 anni e la situazione attuale:

(altro…)