Roberta Mori

Reggio chiama Africa, cooperazione e futuro

Written By: robertamori - Apr• 17•18

(Bologna, 16 aprile) L’Istituto Magistrale Matilde di Canossa di Reggio Emilia è una delle realtà più attive nei percorsi educativi proposti o sostenuti dall’Assemblea legislativa regionale attraverso il programma Concittadini, rivolto a tutte le Scuole dell’Emilia-Romagna con l’obiettivo di promuovere la cittadinanza attiva, la Memoria, la partecipazione democratica dei più giovani. Assieme ai colleghi consiglieri reggiani Silvia Prodi e Yuri Torri, su invito dello stesso Liceo Canossa, ho partecipato ad un incontro con le ragazze e i ragazzi che hanno preso parte all’esperienza di “Kitabu 4”, progetto educativo e di partecipazione al rapporto culturale e di amicizia tra la Città di Reggio e i paesi dell’Africa australe. Come gli stessi studenti hanno raccontato, questa esperienza ha non soltanto fatto loro conoscere le importanti, peculiari e profonde relazioni tra Reggio Emilia e il Mozambico (di cui fu grande promotore Giuseppe Soncini), oppure ancora i progetti realizzati con il Saharawi e con l’Etiopia, ma ha dato loro modo di sentirsi parte di uno stesso orizzonte multiculturale dove le responsabilità sono condivise, dove le risorse primarie sono di tutti, dove la cooperazione internazionale allo sviluppo è sempre da rinnovare quale concreta speranza di un futuro di pace.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.